Ecco i veri ingredienti di un uovo di pasqua. Incredibile

All’idea della Pasqua la nostra mente va irresistibilmente ai dolci che andremo a consumare in occasione  di questa festa. Benché ogni regione vanti dolci tradizionali e piatti tipici, o addirittura abitudini complesse come la colazione di Pasqua romana, per molti queste amenità sono state soppiantate dalla colomba e dall’uovo di Pasqua. Questa tradizione è abbastanza recente, ma trae origine dal dono di regalarsi uova vere, deliziosamente decorate, in uso sin dal medioevo. Ma quali ingredienti segreti si celano dietro questo dolce tanto amato?

I veri ingredienti uovo di cioccolato

Come è nata la tradizione di scambiarsi uova di Pasqua?

Il simbolismo dell’uovo era noto già prima del Cristianesimo. Indica la sacralità e l’essenza della vita in sé. Tra gli antichi Persiani era diffusa l’abitudine di scambiarsi uova di gallina all’avvento della stagione primaverile. Questo era visto come simbolo di rinascita e nuova vita, e come documenta lo storico delle religioni Mircea Eliade, sono numerose le statue di Dioniso recanti in mano un uovo come simbolo di ritorno alla vita. Ecco perché questo simbolo è stato ripreso poi dai Cristiani per festeggiare la risurrezione di Gesù, tingendo i gusci dell’uovo di rosso. Ma è solo nel XX secolo che nasce l’uovo così come lo conosciamo e gustiamo noi, come evoluzione di prototipi ideati a Torino sin dal 700 di uova realizzate con il cioccolato e recanti all’interno una piccola sorpresa.

Cosa contiene l’uovo di Pasqua, ingredienti

Realizzare uova di Pasqua non è complicato, richiede solo un poco di strumentazione e manualità.  Questi dolci non contengono nulla di misterioso. Sono realizzate con vari tipi di cioccolato, generalmente con fondente contenente percentuale di cacao di circa il 70%. Si possono trovare anche con cioccolato al latte, o con cioccolati arricchiti ad esempio con granella di nocciole o riso soffiato.

Procedimento per realizzare un uovo di Pasqua

Il cioccolato viene prima sciolto a bagnomaria, ad una temperatura di 54° e non superiore per evitare che subisca alterazioni. Viene poi versato in apposite forme, ciascuna delle quali crea metà uovo. Una volta solidificato il cioccolato, viene inserita la sorpresa. Le due metà vengono poi unite in quello che sarà l’uovo e saldate con del cioccolato ancora sciolto ma appena tiepido. Le uova industriali possono contenere dei conservanti o dei coloranti, mentre le uova di pasticceria vengono decorate con zucchero, glassa o pasta reale.  La lista di ingredienti può quindi variare notevolmente in base alla decorazione applicata.