Cosa succede se mangi pesce crudo

Cosa succede se mangi pesce crudo

Anche se oggi l’abitudine di mangiare pesce crudo si è molto diffusa grazie alla diffusione del sushi, questa pratica resta discussa. In Italia fino a non molti anni fa il pesce crudo era considerato un lusso perché per poterlo mangiare senza rischi per la salute esso richiede molta attenzione. Per essere consumato crudo il pesce deve essere di buona qualità ed abbattuto fresco. In Oriente consumare pesce crudo viene ritenuta un’abitudine salutare perché mantiene inalterate alcune delle sue qualità organolettiche. Il pesce crudo è particolarmente ricco di Omega 3, presente in tutti i pesci ed in particolare in quelli grassi come sgombro e salmone. Questi acidi grassi sono utili per la salute cardiovascolare e nervosa.

Cosa succede se mangi pesce crudo

Proprietà del pesce crudo e benefici relativi al consumo

La cottura distrugge o riduce alcune proprietà del pesce, prime tra tutte le vitamine. Il pesce apporta vitamine del gruppo B (vitamina B1, B2 e B5), responsabili del corretto funzionamento del sistema circolatorio, dell’apparato digerente e della mente. Inoltre ci aiutano a trasformare in energia il cibo che mangiamo. Il pesce contiene anche sali minerali come ferro, fosforo, potassio e iodio. Nel pesce troviamo anche proteine ad alto valore biologico. Si tratta però di un prodotto privo di fibre, che andrebbe dunque consumato insieme a verdure o cereali.

Rischi del consumo di pesce crudo

Il pesce crudo non regolarmente abbattuto e conservato può presentare seri rischi per la salute. Il pesce può provocare facilmente infezioni o patologie provocate da virus, batteri, larve e parassiti che abitualmente infestano il pesce. Tra le patologie più comuni legate al consumo di pesce crudo troviamo la salmonellosi, l’epatite virale e la parassitosi intestinale. I pesci sono spesso infestati da  Questo vale anche per i crostacei, i molluschi e i frutti di mare. I sintomi possono variare molto, ma includono nausea, vomito, crampi addominali e nei casi più gravi, febbre.