Cosa succede se mangi maionese scaduta

Cosa succede se mangi maionese scaduta

La maionese scaduta può rappresentare un serio rischio per la salute. Nonostante i conservanti e la pastorizzazione a cui viene sottoposta, la maionese è un alimento particolarmente sensibile. Questo a causa dei suoi ingredienti di origine animale, suscettibili a batteri e virus. La data di scadenza ne garantisce la salubrità solo fino a quanto indicato e consumarla oltre questo periodo può essere molto pericoloso. Inoltre molto dipende da come la nostra maionese è stata conservata: se aperta diventa maggiormente suscettibile di contaminazioni, soprattutto se è stata sottoposta a sbalzi di temperatura e umidità, o lasciata fuori dal frigo. Il rischio se mangi maionese scaduta è esporsi alle conseguenze di un’intossicazione alimentare. Cosa succede se mangi maionese scaduta?

Cosa succede se mangi maionese scaduta

Maionese scaduta, ecco i sintomi e i rischi

Se ti accorgi di aver consumato maionese scaduta, o manifesti malessere dopo aver ingerito preparazioni contenenti maionese, dovresti prestare attenzione a cosa succede al tuo corpo. I sintomi dell’intossicazione alimentare si manifestano entro 2-6 ore dall’ingestione dell’alimento. I tempi possono essere più lunghi nel caso di pasti particolarmente abbondanti, ma difficilmente i sintomi compaiono oltre le 48 ore. L’intossicazione è spesso causata dalla contaminazione del prodotto da parte dello stafilococco, che in genere si manifesta a partire da 30 minuti fino a 3 ore, a seconda del quantitativo di enterotossine sviluppatesi nel prodotto e da quanta maionese di è ingerita. I sintomi sono principalmente nausea, vomito, crampi addominali, diarrea e, nei casi più seri, mal di testa, brividi e febbre.

Maionese scaduta, attenzione: le conseguenze possono essere gravi

Purtroppo a seconda dello stato di salute può verificarsi anche uno squilibrio acido-base, con conseguente stato di prostrazione e shock. In genere questi attacchi hanno comunque completa risoluzione, ma bisogna prestare particolarmente attenzione nel caso si soffra di patologie pregresse o si parli di soggetti anziani o immunodepressi. In ogni caso se si è consumata maionese scaduta è preferibile consultare il medico in caso di comparsa dei sintomi elencati o malessere. Come sempre l’ideale è prevenire: quindi verificare sempre la data di scadenza del prodotto e avere cura di conservarlo adeguatamente. Il barattolo deve essere chiuso ermeticamente e tenuto in frigo dopo l’apertura, al riparo dalla luce e da sbalzi di temperatura, quindi preferibilmente sui ripiani del frigo anziché negli sportelli, maggiormente soggetti allo sbalzo durante l’apertura e la chiusura del frigo.