Cosa succede se mangi miele per prevenire i picchi glicemici? Incredibile

Molte persone affette da diabete tendono a pensare che il miele sia una scelta migliore rispetto allo zucchero o altri dolcificanti. Il miele ha la fama di prodotto naturale estremamente vantaggioso per la nostra salute. Gli si attribuiscono proprietà mirabolanti, spesso esagerandole un po’. Il miele è effettivamente un buon prodotto, ma con un indice glicemico abbastanza elevato di 61. Non è quindi l’alimento più adatto a chi soffra di diabete ma cosa succede se mangi miele per prevenire picchi glicemici?

Cosa succede se mangi miele per evitare picchi glicemici

Miele e diabete, quale correlazione

Basti pensare che nella patologia conosciuta come “diabete mellito” questo aggettivo significa appunto “dolce come il miele”, riferendosi al sapore che le urine dei pazienti assumono (e che rappresentava in origine l’unico metodo diagnostico per questa patologia).

Il miele non è tanto dissimile dallo zucchero in quanto a zuccheri semplici e calorie, entrambi elementi da tenere sotto controllo. Rispetto allo zucchero però, il miele vanta numerosi minerali e un buon contenuto di vitamine, mentre lo zucchero apporta unicamente calorie vuote.

Ma cosa succede all’organismo quanto ingerisci miele?

Il miele apporta molte calorie, ben 302, ma con 0 di colesterolo. E’ ricco di potassio, calcio, ferro e magnesio. Ha proprietà antisettiche e antibatteriche e nell’antichità veniva utilizzato per pulire e sanare le ferite. E’ un buon antinfiammatorio, è decongestionante ed emolliente. Ricco di polifenoli e dalla capacità espettorante e detossinante, il miele però non è un buon alleato del diabete. E’ inevitabile che causi picchi glicemici, e a volerlo utilizzare comunque l’unica leva sul quale agire è il carico glicemico, limitando la quantità di miele ingerito.  Le vitamine che apporta il miele sono utili, ma reperibili anche altrimenti: si tratta della vitamina B2 (Riboflavina) della vitamina B3 (Niacina) e della vitamina C. Il miele sembra in grado di stimolare la memoria e la concentrazione oltre ad alleviare ansia e stress.