Torta igloo

La torta igloo è il fantastico dolce che ho scelto per augurarvi buon anno nuovo! Se volete portare in tavola qualcosa di un po’ scenografico, in questi giorni, questa è senz’altro la ricetta che fa per voi. Ma non solo scenografico, attenzione: perché questa torta igloo oltre ad essere bella è anche molto buona. Pensate: un pan di spagna leggermente bagnato, farcito con un dolcissimo frosting al mascarpone e gocce di cioccolato. Non male, no? Ovviamente potete variare la base e la farcia come preferite, ma vi assicuro che questa combinazione era davvero deliziosa!
Unica problematica del dolce sta nella realizzazione dei decori, ma se è riuscita a farli mia figlia Elisa (ebbene sì, li ha fatti tutti lei!), direi che ce la possiamo fare tutti!
A questo punto vi lascio alla ricetta, ma vi auguro ancora un felice e soprattutto sereno 2021, perché credo che abbiamo tutti bisogno di un pochino di serenità! :*

Procedimento per preparare la torta igloo

Innanzitutto preparate il pandispagna: separate tuorli e albumi, montate questi ultimi a neve ferma e teneteli da parte.
In una ciotola, montate i tuorli con zucchero e vaniglia fino ad ottenere un composto chiaro e liscio.
Incorporate nei tuorli prima farina e lievito setacciati, poi anche gli albumi montati a neve.

Cercate di non far smontare gli albumi, incorporandoli delicatamente, con un movimento dal basso verso l’alto.
Versate il composto nello stampo imburrato e cuocete per circa 35 minuti in forno statico preriscaldato a 170°C, quindi sfornate e fate raffreddare completamente.

Nel frattempo iniziate a preparare i vostri decori, in modo che abbiano il tempo di asciugarsi: colorate una piccola parte della pasta di zucchero con i coloranti alimentari (noi abbiamo usato nero, azzurro e arancione) e procedete: noi abbiamo creato 3 pinguini, 2 foche, 1 orso polare (sì, orsi bianchi e pinguini non condividono l’habitat, ma è una torta decorata da una bimba di 9 anni, va bene così!), 2 pupazzetti di neve, qualche palla di neve e la porta dell’igloo.

Preparate quindi la bagna, portando a ebollizione l’acqua con dentro zucchero e rum (o buccia di arancia, se la preferite analcolica).
Preparate anche la farcia: montate insieme mascarpone e panna, quindi incorporate zucchero a velo e gocce di cioccolato.

A questo punto procedete con la torta: tagliate il pandispagna, ormai completamente freddo, in 4 strati uguali e bagnateli leggermente con la bagna.

Foderate una ciotola (la mia era da circa 20 cm di diametro per 9 cm di altezza) con pellicola trasparente, quindi rivestite la superficie con parte dei dischi di pandispagna.
Aggiungete un primo strato di farcia sul fondo della ciotola e copritela con uno strato di pandispagna.

Create un secondo strato di crema e coprite con l’ultimo disco di pandispagna rimasto.
Mettete lo zuccotto di pandispagna in frigo e lasciatelo riposare per almeno 6 ore.

Stendete la pasta di zucchero bianca in uno strato sottile, riprendete lo zuccotto, capovolgetelo su un piatto da portata e rivestitelo con la pasta di zucchero, lasciando che debordi un pochino, in modo da create una sorta di tappeto di neve anche sul piatto: ci servirà per applicare alcune delle decorazioni.

Applicate a piacere tutte le decorazioni create in precedenza bagnando leggermente la pasta di zucchero: la torta igloo è pronta.


Ricette correlate

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.

Ricette Facili è un portale gratuito di ricette in tempo reale, nel sito puoi trovare tutte le ricette più importanti del giorno pubblicate sul web. Gran parte delle ricette sono pubblicate tramite un processo automatico sono prelevate da giornali online e siti verificati. Lo scopo di Ricette Facili è quello di avere una raccolta unica di tutte le ricette più importanti del giorno, così da poter dare più spunti culinari possibili al lettore in modo semplice.